Isola delle Femmine. Morta la 13enne portata via da un’onda: la famiglia dona gli organi

Un’onda maledetta sabato scorso, l’ha trascinata in acqua portandosi via Martina Bologna e il suo sorriso. Soccorsa da due bagnini e accompagnata all’ospedale Cervello di Palermo, questa mattina il suo encefalogramma è risultato piatto

La ragazzina appena tredicenne era sulla scogliera a prendere il sole, quando un’onda l’ha fatta cadere in acqua e poi trascinata al largo. Cosimo e Calogero Favaloro, due bagnini della struttura “Scogliera Azzurra”, di Isola delle Femmine, erano riusciti a raggiungerla e poi soccorrerla riportandola a riva. Trasportata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Cervello di Palermo, sembrava che tutto fosse andato bene ed invece le condizioni della ragazzina sono precipitate e stamattina i medici del reparto di rianimazione del nosocomio, diretto dal dottor Baldassare Renda, dopo avere eseguito l’elettroencefalogramma, risultato piatto, sono stati costretti a dichiarare la morte cerebrale.

Da quel momento ogni speranza per i familiari che non hanno lasciato l’ospedale nemmeno per un istante, è venuta meno. L’equipe medica, ha quindi proposto ai familiari della sfortunata Martina, che fino all’ultimo hanno sperato nel miracolo, la donazione degli organi. La proposta è stata accolta e nelle prossime ore sarà eseguito l’espianto degli organi. Un enorme gesto di generosità da parte dei familiari della tredicenne, in un momento di dolore immenso.

Precedente Nebrosport. 20^ cronoscalata Giarre Milo: “Gara sfortunata per la rottura del motore” Successivo Sciacca. Persona precipita da palazzo in via Anna Frank, Carabinieri sul posto