Messina. Magistrato condannato a 7 anni per pedofilia: per l’accusa riprendeva, spogliava e toccava 16enne

Con l’accusa di produzione e diffusione di materiale pedopornografico e violenza sessuale su minore, il gup di Messina ha condannato a 7 anni di carcere il magistrato messinese Gaetano Maria Amato

Secondo la Procura di Messina, guidata da Maurizio de Lucia, il magistrato avrebbe ripreso con il cellulare e poi diffuso in rete immagini di due ragazzine di 16 anni. Sempre secondo l’accusa l’uomo avrebbe avuto una partecipazione attiva nei video in cui spogliava e toccava una delle due ragazzine mentre dormiva ed inoltre avrebbe scaricato materiale pedopornografico.

In servizio presso la Procura generale di Reggio Calabria, dopo l’arresto, Amato è stato sospeso dalle funzioni e dallo stipendio e posto ai domiciliari in un centro per disturbi sessuali.

Precedente Palermo. Aggredita troupe "Striscia la notizia": Stefania Petyx spintonata giù per le scale Successivo Sciacca. Consiglio Comunale, Maggioranza: "Tutti insieme, ma non appassionatamente"

Lascia un commento

*