Ragusa. Senegalese si rifiuta di lasciare centro accoglienza e aggredisce con calci, pugni e morsi poliziotti: arrestato

Un immigrato senegalese si è rifiutato di lasciare la struttura dove era ospitato ed ha aggredito con calci, pugni e morsi gli agenti e questo nonostante gli fosse stato fornito un permesso di soggiorno

È accaduto in un centro Sprar di Ragusa. Un immigrato di 19 anni, del Senegal, voleva a tutti i costi rimanere nella struttura dove era ospitato e questo nonostante gli fosse stato riconosciuto lo status di protezione internazionale e gli fosse stato fornito un permesso di soggiorno.

Quando sono intervenuti gli agenti per intimargli di andare via,  lo hanno condotto in Questura, l’immigrato ha tentato di fuggire dagli uffici ed ha aggredito con calci, pugni e morsi i poliziotti, che in flagranza di reato, lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Rinchiuso in carcere, sarà processato con rito direttissimo.

Precedente Montallegro. Il torrente S.Antonio tombato dall'uomo ha ripristinato il corso e si è ripreso ciò che è suo Successivo Sciacca. Giunta approva piano prev. e contrasto Randagismo “ignorando” associazioni locali che protestano

Lascia un commento

*