Ravanusa. Evaso per un mese viene arrestato in un bosco: portato in carcere dai carabinieri

Irreperibile da circa un mese, B.G. classe 1970, era evaso dagli arresti domiciliari facendo perdere le proprie tracce, adesso è in carcere

Sono state prolungate le indagini svolte dai Carabinieri della Stazione di Ravanusa e della Compagnia di Licata che hanno consentito ai militari di restringere il cerchio delle ricerche su un area del bosco in contrada “Monte Saraceno – Stornello” e in particolare di localizzare il covo utilizzato come nascondiglio dall’evaso.

B.G., convinto di poter sfuggire alla cattura, si era infatti rifugiato in una baracca all’interno del bosco.

I Carabinieri della Stazione di Ravanusa lo cercavano senza sosta da un mese, continuando con pazienza ad acquisire informazioni e a pattugliare ogni anfratto della campagna dove sospettavano la sua presenza.

Giovedì scorso è stato individuato il nascondiglio del soggetto.I militari, dopo aver accerchiato il posto, hanno effettuato l’incursione che ha permesso l’arresto dell’uomo.

Il suddetto, una volta immobilizzato, è stato condotto in caserma dove oltre ad essere arrestato in flagranza per il reato di evasione gli è stata notificata un’ordinanza emessa dal tribunale di Agrigento con la quale si è aggravata la misura cautelare, aprendosi così per lui le porte della casa circondariale di Agrigento dove rimarrà a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. 

Precedente Ribera. Case popolari via Fani: slitta la firma per la ricostruzione da venerdi 13 a mercoledì 18 Successivo Sciacca, Teatro. Atrio inferiore, Fazello e Samonà chiusi, Monte: "Indispensabile l'auditorium San Francesco"

Lascia un commento

*