Salvini: “Via dall’Italia i 4 immigrati che hanno sequestrato operatori della comunità di Agrigento”

Dopo l’ennesimo fatto che ha coinvolto quattro immigrati ospiti del centro di accoglienza ad Agrigento, che hanno sequestrano 2 operatori perché volevano il pocket money, immediata è arrivata la reazione del ministro Matteo Salvini

“In Italia, con il nostro Decreto, – ha detto il ministro Matteo Salvini – non c’è più tolleranza per clandestini e delinquenti”. Poi ha aggiunto: “Hanno danneggiato i locali della struttura di accoglienza, preso in ostaggio le operatrici, resistito all’arresto. A due di loro è già stata revocata la protezione, quella degli altri ha le ore contate”.

La linea dura contro chi compie atti contro la legge, è dunque confermata ed il Ministro, dopo avere approvato il decreto, la mette subito in atto.

Questi i fatti che hanno scatenato le ire di Matteo Salvini. Tre immigrati nigeriani ed un gambiano, tutti diciottenni, sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di danneggiamento aggravato e sequestro di persona

I tre immigrati nigeriani, hanno sequestrato due operatori della struttura di accoglienza del Villaggio Mosè ad Agrigento, chiudendoli dentro una stanza. Il motivo dell’azione non è nuovo, i tre, volevano consegnato il pocket money, cioè la paghetta che lo stato corrisponde agli immigrati ospiti delle comunità.

Gli operatori della struttura, impauriti e preoccupati, hanno chiesto l’intervento degli agenti delle Volanti, che arrivati sul posto hanno bloccato i quattro, ma uno di loro, John Ehijie, ha opposto resistenza.

Espletate le formalità di rito, gli extracomunitari sono stati arrestati e condotti nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa dell’udienza di convalida.

Precedente Sciacca. Consiglio Comunale, Maggioranza: "Tutti insieme, ma non appassionatamente" Successivo Enna. Finanza sequestra beni per 880 mila euro a imprenditore dell'ortofrutta: avasa IVA per oltre 1 milione di euro

Lascia un commento

*