Salvini: “Via dall’Italia i 4 immigrati che hanno sequestrato operatori della comunità di Agrigento”

Powered by Rock Convert

Dopo l’ennesimo fatto che ha coinvolto quattro immigrati ospiti del centro di accoglienza ad Agrigento, che hanno sequestrano 2 operatori perché volevano il pocket money, immediata è arrivata la reazione del ministro Matteo Salvini

“In Italia, con il nostro Decreto, – ha detto il ministro Matteo Salvini – non c’è più tolleranza per clandestini e delinquenti”. Poi ha aggiunto: “Hanno danneggiato i locali della struttura di accoglienza, preso in ostaggio le operatrici, resistito all’arresto. A due di loro è già stata revocata la protezione, quella degli altri ha le ore contate”.

La linea dura contro chi compie atti contro la legge, è dunque confermata ed il Ministro, dopo avere approvato il decreto, la mette subito in atto.

Questi i fatti che hanno scatenato le ire di Matteo Salvini. Tre immigrati nigeriani ed un gambiano, tutti diciottenni, sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di danneggiamento aggravato e sequestro di persona

I tre immigrati nigeriani, hanno sequestrato due operatori della struttura di accoglienza del Villaggio Mosè ad Agrigento, chiudendoli dentro una stanza. Il motivo dell’azione non è nuovo, i tre, volevano consegnato il pocket money, cioè la paghetta che lo stato corrisponde agli immigrati ospiti delle comunità.

Gli operatori della struttura, impauriti e preoccupati, hanno chiesto l’intervento degli agenti delle Volanti, che arrivati sul posto hanno bloccato i quattro, ma uno di loro, John Ehijie, ha opposto resistenza.

Espletate le formalità di rito, gli extracomunitari sono stati arrestati e condotti nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa dell’udienza di convalida.

Precedente Sciacca. Consiglio Comunale, Maggioranza: "Tutti insieme, ma non appassionatamente" Successivo Enna. Finanza sequestra beni per 880 mila euro a imprenditore dell'ortofrutta: avasa IVA per oltre 1 milione di euro