Sciacca. Tutti contro la chiusura scuola infanzia “Badia Grande” raccolte 4000 firme inviate al papa

In questi giorni da più parti politiche, sono arrivati appelli alla mobilitazione per evitare che l’istituto delle Figlie della Misericordia e della Croce, nel complesso monumentale della Badia Grande, venga chiuso.

La mobilitazione si è concretizzata nella raccolta di 4000 firme circa presentate a Suor Gabriella Ruggeri, Madre Generale, responsabile della struttura. Ma non solo, le mamme dei bambini che frequentano l’istituto hanno anche inviato una prima lettera di supplica alla Congregazione delle Figlie della Misericordia della Croce ed oggi, giunge notizia di un’altra lettera inviata direttamente a Papa Francesco, nella speranza che almeno il Santo Padre possa dare un aiuto concreto.

Nella missiva, si chiede il suo intervento per evitare la chiusura della scuola dell’Infanzia attualmente frequentata da 72 bambini e gestita da tre suore, una delle quali già in pensione.

La chiusura – annunciata già a gennaio da suor Ruggeri- oltretutto significherebbe anche la cancellazione di 700 anni di storia. Alla base di questa scelta ci sarebbe la mancanza di vocazioni, che si traduce in mancanza di personale, motivo per cui la Congregazione delle Figlie della Misericordia della Croce, ha deciso con la fine di questo anno scolastico di chiudere l’istituto.

Ma le mamme della scuola non si danno per vinte e stanno ancora cercando il modo migliore per poter contribuire alla gestione e salvare così l’istituto.

Precedente Sciacca. Monte: “ Verificate la sicurezza dei pali della pubblica illuminazione” Successivo Pitbull aggredisce due passanti: E' caccia al cane