Sicilia. Da stasera fino a domani arriva il grande freddo con possibili nevicate nell’agrigentino ai 3-400 metri

Era stata prevista da tutti i meteorologi e la seconda ondata artica di gennaio è arrivata: il clou si avrà questa sera, venerdì 11 e tutto domani, con nevicate a 700 metri circa sui principali rilievi e nell’agrigentino fino ai 3-400 metri

Da stasera venerdì 11, saranno possibili i primi rovesci,  anche con grandine, tra il trapanese e il palermitano, con correnti occidentali o nord-occidentali. In nottata peggiora e si avrà un deciso cambio di correnti, con l’arrivo di rovesci e anche temporali direttamente dal Tirreno, con annessi fenomeni grandinigeni o gragnolate sulle coste tirreniche.

Nella notte, il peggio dovrebbe essere tra il trapanese, il palermitano tirrenico e le zone interne tra palermitano e l’agrigentino, con nevicate oltre i 5-600 metri, fin’anche a 3-400 metri in caso di forti fenomeni. Attenzione perché la particolare estrazione dell’aria potrebbe spingere velocemente i fiocchi a quote molto basse.

Sabato mattina le precipitazioni dovrebbero divenire più sparsi su palermitano e settori occidentali, con fiocchi oltre i 4-500 metri. Dalla tarda mattinata i fenomeni tenderanno gradualmente ad attenuarsi ovunque, residuando nevicate nelle zone interne delle Madonie e dei Nebrodi fino al primo pomeriggio. In serata finalmente migliora ovunque.

Le temperature saranno pungenti, nella notte di venerdì fino +4-5°C sulle coste interessate da forti fenomeni, massime attorno ai +10/11°C. Sabato, venti tesi di tramontana e poi di Maestrale specie sulle zone interne contribuiranno ad acuire la sensazione di freddo.

Domenica mattina si avrà un cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con ancora freddo intenso, ma peggiorerà dal pomeriggio a partire da ovest con possibili piogge. In serata ancora possibili precipitazioni, più incisive sul settore orientale.

 

Precedente Sciacca. La polizia ferma 29enne saccense, trovato in possesso di hashish Successivo Sciacca. Da ieri l'ufficio del Giudice di Pace trasferito presso il Palazzo di Giustizia della Perriera

Lascia un commento

*